Biologia

Sono delle macromolecole, formati da C, H e O, con un rapporto tra H ed O del 2:1 (ad ogni atomo di O corrispondono due atomi di H e uno di C). Anche detti idrato del carbonio, sono le macromolecole che danno energia. Si dividono in:-Monosaccaridi=1 unità di zucchero-> dai 3 ai 7 atomi di c, si dividono in pentosi (desossiribosio e ribosio) ed esosi (glucosio, galattosio e fruttosio)-disaccaridi= sono formati da due monosaccaridi uniti da un legame glicosidico, con un O centrale con un legame covalente tra due atomi di C (maltosio formato da 2 glucosi, saccarosio formato da un glucosio è un fruttosio e il lattosio formato da 1 glucosio e 1 galattosio)-polisaccaridi= spesso sono più zuccheri semplici attaccati (come la cellulosa formata da glucosio con un legame ß 1-4 o il glicogeno o l'amido)Possono legarsi alle proteine (glicoproteine) o ai lipidi (glicolipidi)

Carboidrati

All'inizio si aveva un'atmosfera riducente, dove si contenevano acqua, ammoniaca, h gassoso e n...I primi composti organici si sono formati dai composti inorganici presenti nell'atmosfera che sono stati modificati dai raggi UV del sole.

Origine della vita

Sono procarioti unicellulari che fanno fotosintesi ossigenica.Si dividono in base ai pigmenti che contengono (verdi= clorofilla, rosso=carotenoidi e blu=ficobiline).Possono essere liberi oppure in colonie, dove ogni organismo si comporta come un individuo, sono tenuti assieme da una matrice.Fissano l'N-> hanno nitrogenasi, dove si trasforma l'N2 in NH4 che è disponibile per tutti.

Cianobatteri

N2-> NH4Tramite la nitrogenasi, che si blocca con l'O2. Sono stati quindi sviluppato dei metodi per poterla proteggere. Prima di tutto nella colonia si alternano gli acineti (cellule di resistenza che in condizioni ambientali favorevoli germinano) e gli eterocisti(cellule incolori che contengono la nitrogenasi).Tre meccanismi per poterla proteggere:1)eterocisti sono collegati agli acineti (no organismi pluricellulari), in questo modo gli eterocisti passano i composti ammoniacali memtrr gli acineti passano i composto necessari per la fissazione dell'azoto.2)la fissazione dell'N avviene di notte, dove non si fa la fotosintesi in questo modo i suoi prodotti ossigenici non circolano nel cianobatterio3) nell'eterocinete vengono prodotte delle proteine specifiche che vanno a bloccare l'entrata dell'O2 nella cellula (ex eg emoglobina)

Fissazione azoto atmosferico

Sono un Phylum artificiale obsoleto, dove vengono fatti rientrare tutti gli organismi eucarioti che non possono essere fatti rientrare in altri gruppi.-animal like= amebe-plant like= alghe-fungus like= funghi

Protisti

Insieme dei geni all'interno di una cellula, quindi il genoma in un organismo eucarioti sarà uguale in tutte le cellule

Genoma

Insieme delle proteine in una cellula, sarà diverso in tutte le cellule dell'organismo eucariote.Proteina e genoma vengono collegati da, trascrittroma.

Proteoma

-cytosol-cloroplasti-parete cellulare-membrana cellulare-nucleo-nucleosoma-vacuolo-golgi-re-citoscheletro-plasmodesmi-ribosomi-perossisomi-mitocondri-cromoplasti-leucoplasti-ezioplasti

Organelli della cellula vegetale

Organelli citoplasmatico che contiene il citoplasmaCitoplasma= cytosol+organelliContiene una soluzione con ioni, macromolecole, N, O, zuccheri e proteine dove appunto galleggiano gli organelli.Garantisce l'ambiente interno per le reazioni e il movimento degli organelli tramite la corrente citoplasmatica

Cytosol

Significa vuoto, ma vuoto non è perché contiene acqua ed eventualmente sostanze di riserva.Formato da una membrana ("tonoplasto")m che contiene una soluzione acquosa (H2O+ molecole).-piante giovani-> piccoli e tanti-piante vecchie-> uno grosso centrale (altri organelli nella periferia della cellula)Funzioni:-ruolo osmotico= turgore cellulare, per mantenere le piante in piedi e dritte (isotonica, ipertonica, ipotonica)-riserva di metaboliti= come i granuli di aleurone, per la disidratazione della cellula-detossificazione-mantenimento del pH-funzione vessillare= accumulano pigmenti per attirare gli impollinatori-funzione litica= contengono enzimi litici -funzione difensiva= possono per esempio contenere tannini (frutti giovani) prodotti dal tannosoma che vanno a bloccare la saliva, in questo modo si evita che i frutti vengano mangiati troppo presto (tannini prodotti da una serie di condensazione dell'etanolo)

Vacuolo

Dal GERL1) dal RE e dal golgi vengono rilasciate vescicole 2) le vescicole formate da membrane su ripiegano su se stesse formando delle gabbie-> provacuolo3)vescicole contengono enzimi litici, quando si scontrano le membrane di fondono e rilasciano questi enzimi, che vanno a distruggere le membrane formando il vacuolo

Formazione del vacuolo

Organulo citoplasmatico delimitato una membrana detta membrana nucleare, formata da un doppio strato di fosfolipidi (fa parte del sistema di endomembrane), formata da pori nucleari.-> regola l'entrata e l'uscita delle sostanze dal citoplasma al nucleo:-entrata delle proteine-uscita dell'rnaContiene il nucleoplasma, dove si contiene il dna genomico con le informazioni della cellula.È il sito dell'informazione genica, della replicazione del dna, della trascrizione genica e della maturazione del dna.Differenze tra procarioti ed eucariote.L'involucro nucleare da una parte è collegato con il re (=lume, dove le proteine si riorganizzano) mentre verso l'interno con la lamina nucleare (rete fibrosa di filamenti proteici).

Nucleo

Creano dei canali all'interno dell'involucro nucleare per il passaggio delle sostanze. Sono formate da proteine allungate organizzate in 8 zone.Hanno diversa morfologia:-verso l'interno= struttura a cestino-verso l'esterno= struttura piatta

Pori nucleari

Nucleosoma=dna liker + istoniÈ la doppia e.i a del dna, che si avvolge su se stessa per poter entrare nel nucleo-> superavvoltaIl dna liker collega due istoni, che può allungarsi oppure accorciarsi, in modo da rendere la cromatina più o meno lassa (in questo modo i geni saranno più accessibili o più protetti)

Cromatina

Sono 5 tipi, uguali in tutti gli eucarioti:-H2a,H2b, H3 e H4-> arrotolano-H1-> dice quando bloccare l'arrotolamentoIl tutto assomiglia ad una collana di perle

Istoni

È la fase finale della cromatina, la forma più compatta.I geni sono protetti e non accessibili, si formano quando la cellula si deve dividere. -eurocromatina-> fase meno compatta-eterocromatina-> fase più compatta

Cromosomi

Parte del nucleo trasparente, dove i geni codificano l'RNA ribosomiale.È la zona dove si da inizio ai ribosomi

Nucleolo

Si intende in n di set cromosomici presenti in una cellula-monoploide-diploide-poliploide-aploide-> metà di un monoploide

Ploidia

Struttura rigida che circonda la cellula, formata da diverse sostanze (chitina nei funghi, cellulosa nei vegetali e peptidoglicano nei batteri).Funzioni:-sostegno+forma alla cellula-protezione (evita la fuoriuscita del citoplasma)-riconoscimento cellulare-entrata/uscita delle sostanze-ruolo osmoticoNei vegetali è formata da tre componenti chimici principali:-cellulosa-> struttura a fibrille-matrice pectinica-> collante che tiene assieme le fibrille-proteineFormazione=citodieresi=1)ho la cellula che si sta per dividere2)intervengono le vescicole del citoscheletro che si posizionano lungo l'asse centrale della cellula3)si forma così la piastra cellulare che a mano a mano si inspessisce fino a che non si fonde con la parete cellulare preesistente

Parete cellulare

Principale componente della parete cellulare, è un polisaccaride del glucosio molto difficile da degradare (ci vogliono due gruppi di enzimi, eso ed endoglucanasi) a causa del legame ß 1-4.Viene prodotto nella membrana plasmatica, il più vicino possibile alla parete così da poter essere posizionata immediatamente.Formata da fibrille di cellulosa, ossia delle Rosette formate da tante subunitá di cellulosa.Formazione: 2 glucosi-> legame ß 1-4-> polisaccaride molto lungo.Le fibrille (in questo caso si parla di microfibrille) si associano fino a formare delle macrofibrille che poi possono essere posizionate:-in modo casuale-> avrò tutti i lati con un uguale resistenza-in modo specifico-> avrò dei lati più resistenti degli altri

Cellulosa

Fa parte della parete cellulare, ed ha una funzione di collante per tenere assieme le macrofibrille.Formata da pectine (anche qui difficili da degradare, ci vuole la pectinasi) e dalle emicellulose (anche qui di difficile degradazione, perché associate alla cellulosa) con altre sostanze

Matrice pectinica

Fanno parte della parete cellulare, ed hanno una funzione strutturale perché creano legami covalenti (quindi difficili da distruggere) con gli zuccheri. Si dividono in:-estensine-> per l'estensione della cellula quando deve crescere-lectine-> per il riconoscimento cellulare

Proteine della parete cellulare

-lamella mediana-parete primaria -parete secondaria

Componenti fisici della parete

È lo strato comune alle cellule adiacenti con una funzione di colla.Può avvenire un distacco-> essendo una colla è formata da una matrice pectinica-> serve la pectinasiIl distacco può essere:-parziale=nei frutti-totale=come nelle foglie

Lamella mediana

È tra la lamella mediana e la membrana cellulare È sottile e si trova in tutte le cellule vegetali, formata da cellulosa e da proteine.Si comincia a formare durante la divisione cellulare e finisce durante la fase di accrescimento

Parete primaria

Non si trova in tutte le cellule e si forma dopo la fase di accrescimentoFormata da microfibrille (quindi da cellulosa) ma con molecole più lunghe e più resistenti in strati concentrici.Si possono aggiungere diversi tipi di sostanze oltre che alla cellulosa,in base alla funzione come:-cutina-suberina-sali minerali-lignina

Parete secondaria

-CURINIZZAZIONE-> cutina+cere-> impermeabilità all'H2O e ai gas-> si forma la cuticola-SUBERIFICAZIONE-> suberina-> impermeabilità H2O e gas-> cellula prima o poi muore gonfiandosi di aria a causa di posizionare suberina che appunto la rende impermeabile e quindi la cellula non comunica più con le altre cellule -MINERALIZZAZIONE-> silicio, carbonato di calcio...-> rende la parete resistente, tagliente e rigida-> ortica-LIGNIFICAZIONE-> lignina-> parete rigida e resistente-> in tutte le piante vascolari, viene posta tra le emicellulose e le pectine in modo da permettere lo sviluppo in h della pianta-> quando la lignificazione finisce la cellula muore ma continua ad avere una funzione di sostegno -PIGMENTAZIONE-> pigmenti, accompagna la lignificazione grazie per esempio a tannini e fenoli, sono sostanze antimarciume-GELIFICAZIONE-> come nei catctus, si accumulano mucillagini con lo scopo di trattenere l'H2O

Processi legati alla parete secondaria

Organello fondamentale per:-mantenere una forma alla cellula+sostegno-divisione cellulare-trasporto di materialiFormato da:-microtubuli-> tubolina, servono per la struttura, per il movimento dei cromosomi lungo il fuso mitotico e per i movimenti extracellulari (filamenti e ciglia)-microfilamenti-> filamenti di actina, sono due catene intrecciate tra loro che si possono assemblare e riassemblare, coinvolti nell'esocitosi -filamenti intermedi-> sono fibre polipetidiche per la resistenza meccanica

Citoscheletro

Organelli fondamentali, posizionati in quegli spazi della cellula dove non viene posizionata la parete cellulare, in questo modo le cellule possono comunicare tramite il citoplasma.Si divide in:-simplasto=continuità del citoplasma delle cellule-apoplasto= continuità delle paretiI plasmodesmi sono regolabili (e sono numerosi) grazie al meccanismo del callosio: io vado ad apporre callosio/ toglierlo quando voglio aumentare/diminuire il plasmodesma.

Plasmodesmi

Organello fondamentale per contenere il citoplasma, se subisce un danno la cellula muore.Funzioni:-contenere il citoplasma-entrata/uscita sostanze dal citoplasmaFormata da:1)lipidi-> principalmente si tratta di fosfolipidi (doppio strato), ma anche di steroli...-> modello a mosaico fluido, perché la membrana non è rigida ma va ad assecondare i movimenti della cellula, grazie alla polarità più o meno accentuata degli acidi grassi dei fosfolipidi2)carboidrati-> si associano o ai lipidi (glicolipidi) o alle proteine (glicoproteine) tramite legami covalenti3)proteine-> possono essere periferiche, transmembrana oppure integrali-> servono per il trasporto delle sostanze all'interno e all'esterno del citoplasma

Membrana cellulare

1)passivo-> secondo gradiente di concentrazione, non richiede un apporto energetico e può avvenire per:-diffusione semplice= a causa di una diversa concentrazione (da alta a bassa)-diffusione facilitata= tramite proteine specifiche che possono suddividersi in:▶️canali proteici-> si aprono in risposta ad uno stimolo, ci sono delle proteine che creano appunto dei canali come le acquaporine▶️molecole carrier-> la proteina si lega ad una molecola specifica, trasportandola all'interno del citoplasma e nel frattempo cambiando conformazione, per poi riversarla dentro/fuori2)attivo-> contro gradiente di concentrazione, richiede ATP per poter funzionare, si divide in -attivo primario: consuma direttamente atp, dove si hanno 3 Na+ con 1 ATP che si legano ad una molecola carrier, l'ATP viene consumato rilasciando 1 ADP che provoca un cambiamento nella molecola (detta pompa), verranno rilasciati i 3 Na+ quando alla pompa si legheranno 2 K+, questo rilascia un Pi che rilascia i 2K+ quando si legano altri 3 Na+...-attivo secondario-> si sfrutta un gradiente secondario, ossia la pompa sodio-potassio; le proteine sono specifiche, e cambiano conformazione, sono formati da dei segnali ossia dei pezzetti specifici a cui si legheranno le molecole specifiche. Si trasportano 1 Na+ e 1 K+, il trasporto dell'uno è legato al rilascio dell'altro e la proteina nel frattempo cambia forma, si può avere Sinporto-> vanno nella stessa direzioneAntiporto-> Na+ esce e K+ entra Uniporto-> ho una sola molecola per volta

Trasporto

Organello che fa parte del sistema di endomembrane-> formato da membrane di tubuli e vescicole Lo spazio si divide in:-interno= RE tubolare interno-esterno= RE corticale, a contatto con l'involucro nucleare e quindi con lo spazio del lume.Il Re può essere:-liscio-> sintesi dei lipidi -rugoso-> presenza di ribosomi-> sintesi proteicaFunzioni:-sintesi di lipidi e proteica-ancora e stabilizza il citoscheletro

Reticolo endoplasmatico

Sono ammassi di proteine, dove si svolge la sintesi proteica -> ribonucleoproteici (proteine+rRNA)Sono formati da un unita più grande (50 proteine +3 rRNA) e da una subunitá più piccola (30 proteine+ 1rRNA)Tra le due subunitá si inseriscono gli mRNA che vengono letti e tradotti nella sintesi proteicaNon sono considerati direttamente degli organuli perché non si ha una membrana che li proteggeI ribosomi non si trovano solo nel RE, ma anche mei mitocondri e nei cloroplasti e anche liberi nel citoplasma

Ribosomi

Catena formata da ribosomi associati attorno ad un filamento di mRNA.1)ribosoma nel RE sintetizza una proteina2)proteina entra in una cisterna dove viene modificata (sempre nel RE)3)si decide il destino della proteina, che viene poi inglobata in una vescicola4)vescicola esce dal RE e va verso la membrana5)vescicola riversa all'esterno la proteina

Poliribosoma

Organello che fa parte del sistema di endomembraneFormato da vescicole e pile appiattite (vescicole + pile= dittiosoma)Ci sono delle cisterne1) le vesciole dal RE vanno al golgi2)le vesciole si fondono con la regione del cis3) nella cisterna il golgi va a modificare chimicamente la proteina4)la proteina viene poi etichettata è messa nella giusta direzione Funzioni-modifica delle proteine, le immagazzina e le destina-produce vescicole secretorie

Apparato di golgi

-involucro nucleare-RE-golgi-vacuoli-lisosomi

Sistema di endomembrane

Organelli "speciali" perché contengono sostanze specifiche in base alla funzione, spesso contengono enzimi litici a seconda del substrato che si vuole andare a degradare.-perossisomi fogliari-> fotosintetizzazione+degradazione perossidi-gliossisomi-> per mobilitare le riserve lipidiche-perossisomi dei noduli-> sostanze azotate-perossisomi non specializzati-> molecole segnale

Perossisomi

Organelli fondamentali per la respirazione cellulare, si trovano negli organismi aerobiForma elissoidale ma sono remorfi, ossia cambiano forma e si muovono nel citoplasma dove c'è più energiaConvertono l'energia (solitamente degradano il glucosio) da molecole organiche in ATP poi usato nelle funzioni cellulariFormati da due membrane:-esterna: per il trasporto di proteina mitocondriali, si guarda il passaggio delle sostanze ed è controllato dalle porine mitocondriali-interna: formata da delle creste che aumentano la sup, e per trattenere meglio l'O2 e le molecole organiche Le due membrane sono separate da uno spazio acquoso.Dentro al mitocondrio si ha poi una matrice, che contiene enzimi, proteine, zuccheri, ioni e il mtDNAmtDNA= dna mitocondriale, passato per via materna, facilmente danneggiabile ma che permette al mitocondrio di essere semi-autonomo

Mitocondri

Plastidi= organuli specifici che sono coinvolti nei processi di fotosintesi, di riserva.Hanno origine dal proplastidio, e si sono formati in presenza di luce (cloroplasti, cromoplasti ed leucoplasti) oppure in presenza di buio protratto (ezioplasti)Gli uni si possono trasformare negli altri.

Sistema plastidiale

Il loro n variaSono strutture a disco formate da un complesso di membrane interne ripiegate.Delimitato da due membrane:-esterna= per il riconoscimento e il passaggio delle sostanze -interna= per regolare il flusso delle sostanze-> formata da un sistema di membrane appiattite dette tilacoidi che sono disposti in file chiamati granaContengono i pigmenti verdi, ossia le clorofille A e B, che intrappolano i fotoni per trasformare l'energia luminosa in ATPÈ l'organello più complesso della cellula, possono essere orientati all'interno della cellula, ossia dove c'è più luce (la luce li rovina)All'interno c'è lo stroma che contiene dna, ribosomi, plastoglobuli (funzione strutturale associati ai tilacoidi per là sintesi della vitamina E) e la rubisco .All'interno dei cloroplasti viene anche accumulato amido primario, è un accumulo temporaneo, viene poi scisso in glucosio (trasformato quindi in amido secondario) e poi trasportato negli amiloplasti.

Cloroplasti

Enzima necessario per la fissazione della CO2 (quindi importante per la fotosintesi),presente nei cloroplasti.È un insieme di proteine: 8 dal genoma plastidiale (subunitá grande) e 8 dal genoma nucleare (subunitá piccola)Formazione rubisco1)dna del nucleo-> mRNA-> letto dai ribosomi nel nucleo-> subunitá piccola 2)dna nel cloroplasto-> mRNA-> letto dai ribosio nel cloroplasto-> subunitá grande3) subunitá piccola esce dal nucleo ed entra nel cloroplasto-> rubisco

Rubisco

Processo dannoso dove la rubisco si lega all'O2 e non alla CO2, mandando la pianta in stressVengono coinvolti due meccanismi per evitare che la rubisco si leghi all'O2:-perossisoma-> funzione detlssificante dei prodotti-mitocondrio-> che va a convertire i prodotti della rubisco in CO2Il prodotto prima viene fatto passare nel perossisoma dove viene detossificato, viene estratta la glucina che viene mandata nel mitocondrio dove si libera la CO2 per la rubisco.Questo ciclo tuttavia perde il 30% dell ATPMolte piante quindi vanno a dividere la fotosintesi nello spazio, si tratta delle piante C4 o CAM, per diminuire o imperdire alla rubisco di legarsi con l'O2. Si divide in due luoghi:-parte centrale (tessuti vascolari)-> si hanno cellule grandi della guaina del fascio-> cloroplasto allungato-> riduzione carbonio-mesofillo-> ciclo di calvin-> cloroplasto normale-> fissazione carbonio

Fotorespirazione

Componenti del sistema plastidialeContengono non clorofille ma altri pigmenti come:-carotenoidi-> arancio-licopene-> rosso-xantofille-> gialloSi possono trasformare in cloroplasti e vice versa (mele)

Cromoplasti

Sono cloroplasti in cui si sono degradate le clorofille, diventando così in cromoplasto (nelle cellule vecchie, si mettono in risalto altri pigmenti come i carotenoidi).Foglie in autunno

Gerontoplasti

Sistema plastidiale, hanno la funzione di accumulare sostanze di riserva. Sono incolori e privi di tilacoidi.Si dividono in:-amiloplasti-> riserva di amido, ma si intende quello secondario che viene posizionato nell'ilo -elaioplasti-> riserva di lipidi, accumulate in goccioline-proteinoplasti-> riserva di proteine

Leucoplasti

Si sviluppano dal proplastidio, ma a causa del buio protratto non diventeranno mai dei cloroplasti.Sono quindi cloroplasti non completamente sviluppati, a metà.Si hanno nelle piante che sono sempre al buio, che diventano bianche e lunghe.

Ezioplasti

1)unicellulari-> ogni cellula assolve a tutte le funzioni necessarie, possono associarsi in colonie ma mantengono sempre la propria individualità 2)pluricellulari:-tallofite= non c'è differenziazione tra i vari tessuti (cellule fanno tutte la stessa cosa)-cormofite= le cellule cominciano a differenziarsi in base alla loro posizione-> tessuti

Organismi

Massimo livello di una colonia, dove le cellule hanno sempre la propria individualità ma sono collegate tramite ponti citoplasmatici, queste si cominciano a dividere in cellule vegetative e cellule riproduttive.

Cenobio

Sono sistemi all'interno di un organismo che comunicano tra loro e sono formati da cellule dello stesso tipo, con una funzione specifica.Le cellule sono separate da uno spazio che può avere diversa origine:-lisigena-> alcune cellule vengono completamente digerite, quindi dove prima c'era una cellula ora c'è uno spazio vuoto-schizogena-> non si ha la rottura di cellule, queste semplicemente crescono, la lamella mediana viene digerita e al suo posto si crea uno spazio I tessuti si dividono in:1)meristematici= le cellule hanno ancora la capacità di dividersi (primari e secondari)-> danno oro Fione ad altro tessuti 2)definitivi= le cellule non hanno più la capacità di dividersi (sist. Tegumentale, sist. Vascolare e sist.fondamentale)

Tessuti

Passa attraverso tre fasi:1)divisione cellulare-> citodieresi-> aumenta il n di cellule-> nei meristemi2)distensione-> cellula comincia ad aumentare di dimensione, da piccola e circolare (isodiametrica) diventa una cellula derivata3)differenziamento cellulare-> la cellula diventa adulta, quindi acquista le caratteristiche specifiche della sua posizionePROCESSO DI DIFFERENZIAMENTOPROCESSO DI SDIFFERENZIAMENTO= cellula adulta-> cellula derivata-> cellula isodiametrica, il processo è al contrario, la cellula riacquista la capacità di dividersi ma rimarrà meno sviluppata rispetto alle altre

Crescita di una cellula

Hanno la capacità di dividersi, quindi danno origine ad altri tessuti, permettono quindi alla pianta di allungarsi in h e in diametro. Si dividono in:-primari-> cellule embrionali, accrescimento in lunghezza della pianta, si trovano nell'apice del fusto e della radice-secondari-> cellule post embrione, accrescimento nel diametro, sono tessuti lateraliLe cellule possono essere:-fondatrici/embrionali= quindi sono già presenti nell' embrione e sono nella regione centrale del meristema apicale, si dividono lentamente e controllano il destino delle altre cellule-iniziali, che si sono sviluppate dopo l'embrione, danno origine ad una cellula iniziale ed una derivata, sono attorno a quelle fondatrici

Tessuti meristematici

AnticlinaliPericlinali

Divisioni

Tessuti che hanno ancora la capacità di dividersi, formate da cellule embrionali che permettono alla pianta di crescere in lunghezza e che si trovano nell'apice del fusto e della radice. Si dividono in:-protoderma-> sono le cellule esterne, che darà vita all'epidermide-meristema fondamentale-> sono le cellule al centro, darà vita al midollo, al parenchima corticale e al mesofillo-procambio-> cellule interne, darà vita allo xilema e al floema primarioSono tessuti facili da riconoscere perché hanno cellule piccole senza spazi tra le cellule.Si trovano nelle piante giovani che non si sono ancora sviluppate completamente

Meristemi primari

Sono cellule in gradi ancora di dividersi, ma che riacquistano questa capacità grazie al processo di sdifferenziamento, si arriverà ad avere però delle cellule meno sviluppate riesporto alle altre.Sono cellule ingrossate, con grazi spazi tra loro e si trovano nelle piante già sviluppate. Si dividono in:-meristema cambiali-> si parla del cambio cribro-vascolare (secondario, che si sviluppa dal procambio) e del cambio subero-fellodermico-meristemoide-> sono cellule che ritornano embrionali ma nello stato originale (apparati stomatici e peli pluricellulari)-meristema avventizio-> cellule dedifferenziatw che formano le radici avventizie e i tessuti cicatriziali

Meristema secondari

Meristema secondario:-floema/libro all'esterno-xilema/legno all'interno Genera il sistema conduttoreIl cambio è formato da fasci, che possono essere:-intrafasciali: nei fasci conduttori -interfasciali

Cambio cribro-vascolare

Meristema secondario, si trova all'esterno dei fusti e della radice-> scorzaProduce il periderma, ossia il tessuto tegumentale:-sughero all'esterno-felloderma all'interno

Cambio subero-fellodermico

Si ha una fila di cellule iniziali (quindi hanno ancora la capacità di dividersi e generane di nuoce cellule), che si dividono una volta formando una cellula iniziale (centro) ed una dello xilema (verso l'interno), poi la cellula iniziale appena formata darà vita ad un'altra cellula iniziale (verso il centro) ed ad una cellula del floema (verso l'esterno) e così via, in questo modo le cellule "vecchie" vengono continuamente spinte verso l'interno/esterno.Se io ho una divisione anticlinale, avrò due cellule figlie che rimangono fusiformi (avrò i raggi midollari), se avrò una divisione periclinale avrò invece una cellula fusiforme ed una dello xilema/floema

Attività dipleurica

1)TEGUMENTALI-epidermide-rizoderma-esoderma-endoderma-sughero 2)MECCANICI-collenchima-sclerenchima3)PARENCHIMATICI-clorofilliano-acquifero-aerifero -di riserva-conduttore4)CONDUTTORI-vascolare-cribroso5)SECRETORI-interni-esterni

Tessuti adulti/definitivi